Cosa ti racconta un albero?

venerdì 26 ottobre 2012

Tutta l'acqua della Terra


L’acqua contenuta nell’atmosfera corrisponde a 12.900 km cubi. Se essa precipitasse in un istante sulla superficie della Terra la coprirebbe con uno strato di soli due centimetri di altezza. Ogni giorno 1.170 km cubi di acqua evaporano o traspirano nell’atmosfera. I mari della Terra coprono il 70% della sua superficie che corrisponde a circa il 96,5% di tutta l'acqua presente sul nostro pianeta. Ma se prendessimo in considerazione tutta l’acqua che c’è nei mari , nei fiumi e nei laghi, quella esistente sotto forma di ghiaccio al Polo Nord e al Polo Sud, quella presente nell’atmosfera e in tutti gli esseri viventi e la ponessimo in un contenitore sferico, che diametro dovrebbe avere quest’ultimo?  Secondo il Geological Survey degli Stati Uniti sarebbe una palla di dimensione paragonabile ad un terzo di quella della Luna con un diametro di 1.385 km, in termine di paragone poco più della lunghezza dell’Italia, una piccoa sfera  come si vede da questa  rappresentazione grafica. Incredibile no?


Se ci pensiamo bene una sfera di 1385 km di diametro potrebbe dissetare miliardi di persone... consideriamo pero' che la maggior parte di questa acqua è salata o si trova in luoghi non accessibili. In realtà tutta l'acqua dolce a cui potremmo accedere è contenuta in una sfera di appena 160 km di diametro, e nonostante le dimensioni contenute questa quantità riesce a soddisfare le esigenze di 7 miliardi di uomini che compongono l’umanità attuale. Ovviamente anche gran parte di quest'acqua dolce non puo' essere utilizzata perchè correndo nei fiumi si disperde fino al mare.

Ed è proprio dal mare che ha origine il ciclo dell'acqua. Vediamo come avviene.
Il sole attiva il ciclo  riscaldando l'acqua del mare, di fiumi e laghi. Parte di essa evapora nell’aria. Sulla superficie terrestre invece avviene il fenomeno dell'evapotraspirazione, l’acqua traspirata dagli esseri viventi (soprattutto dai vegetali; in minima parte dagli animali) sempre atrraverso il sole evapora aggiungendosi al resto del vapore acqueo.Una piccola quantità d’acqua nell’atmosfera proviene dalla sublimazione (il passaggio allo stato di vapore direttamente dallo stato solido di ghiaccio, neve, brina) saltando completamente la fase di fusione. Le correnti d’aria ascensionali sollevano il vapore in alto nell’atmosfera dove la temperatura più bassa ne provoca la condensazione in goccioline microscopiche che vanno a formare le nuvole.
 I venti trasportano le nubi per il mondo, e le particelle delle nubi collidono, si accrescono, e cadono dal cielo come precipitazione. Qualche precipitazione cade come neve e può accumularsi come calotte glaciali o ghiacciai. La neve, nei climi più caldi, si scioglie con l’arrivo della primavera, e l’acqua di fusione fluisce come ruscellamento da fusione delle nevi. Mentre una gran parte delle precipitazioni cade nei mari, una parte cade sulle terre emerse dove, a causa della gravità, fluisce come ruscellamento superficiale. Parte del ruscellamento superficiale raggiunge i fiumi e si muove come flusso incanalato verso il mare, mentre parte di esso si accumula come acqua dolce nei laghi e nei fiumi. Non tutto il ruscellamento score in corpi idrici superficiali. Molto se ne infiltra nel terreno (infiltrazione). Parte dell’acqua si infiltra in profondità nel terreno ed alimenta gli acquiferi (rocce saturate con acqua mobile che affiora in sorgenti o estraibile con pozzi o gallerie) che immagazzinano enormi quantità di acqua dolce sotterranea per lunghi periodi di tempo. Parte dell’acqua sotterranea sta vicino alla superficie terrestre e può filtrare di nuovo entro corpi idrici superficiali (e nel mare), mentre parte trova vie d’uscita nella superficie della terra ed emerge come sorgenti d’acqua dolce. Nel tempo, tuttavia, quest’acqua continua a muoversi, e parte rientra nel mare dove il ciclo termina…e ricomincia.


Il consumo di acqua dolce si è sestuplicato tra il 1900 e il 1995 più del doppio del livello di crescita della popolazione. Circa un terzo della popolazione mondiale già vive in Paesi considerati ad emergenza idrica - questo accade quando il consumo supera del 10% il totale dell'offerta-. Se questo trend dovesse continuare, 2/3 della popolazione della terra vivrà in queste condizioni nel 2025.
Kofi Annan, in We the peoples, 2000
 Nel riquadro sopra è rappresentata graficamente la distribuzione globale dell'acqua, ma manca qualcosa... Avete mai sentito parlare di acqua invisibile?  In questo filmato estratto da "Se Stasera Sono Qui" del 5/09/2012 Angela Morelli ci racconta l'acqua in Italia, nel mondo e in ognuno di noi. Un intervento appassionante, spiegato in maniera molto semplice e fruibile da chiunque che ci apre gli occhi su un "mondo sommerso"... Di una cosa siamo tutti convinti: l’esistenza umana dipende dall’acqua.
L’atmosfera, la biosfera e la geosfera hanno tutte delle interazioni con l’acqua. L’acqua interagisce con l’energia solare per determinare il clima e trasforma e trasporta le sostanze fisiche e chimiche necessarie a tutta la vita sulla terra. L’acqua è una risorsa naturale unica e allo stesso tempo limitata anche se il suo ciclo sembra infinito dovremmo imparare a prenderci cura di lei ... Buona visione!



Qui di seguito vi elenco alcuni libri che trattano dell'acqua in vari aspetti.
Cliccando sulle copertine dei libri si aprirà direttamente la scheda informazioni, recensioni e acquisto.



 Il primo dei libri che vi sottopongo è "Per amore dell'acqua" di Irena Salina.
Già oggi sono milioni gli esseri umani che non hanno accesso ad alcuna fonte di acqua potabile e saranno sempre di più e si batteranno e faranno guerre per avere l'acqua. "Flow" ha raccolto dati, ascoltato testimonianze, cercato storie per comporre un quadro completo di quello che gli esperti chiamano "21st: Century's global water crisis".
Il secondo titolo che vi sottopongo è un classico di questo decennio "Il miracolo dell'acqua" di Masaru Emoto. Un testo profondo con nuove, straordinarie fotografie di cristalli d'acqua, un invito a scegliere parole positive e ad aspirare con impegno alla perfetta risonanza, per poter avere una vita più sana, pacifica e felice. Masaru Emoto ha fotografato migliaia di cristalli d'acqua nel corso dei suoi anni di ricerche, eppure ben pochi sono stati belli e ricchi di vita come quelli formati dalle parole "amore" e "gratitudine". In questo testo straordinario, il dottor Emoto dimostra come il ruolo del tutto unico dell'acqua nel trasportare la vibrazione naturale di queste parole possa aiutarci ad accogliere il cambiamento e a vivere una vita più positiva e felice. 
Il terzo titolo che vi sottopongo è "Acqua d'amore" della biologa e ricercatrice Enza Ciccolo. Le pagine di questo libro sono un dono coraggioso a quella scienza che, ciecamente, vuole vedere il nostro pianeta e l'universo come un insieme di mondi, minerali, montagne, piante, animali, esseri umani, "senza un padrone"; è un pungolo che ciascuno di noi si assuma la responsabilità di risanare se stesso, l'ambiente che lo circonda, e il pianeta su cui viviamo. L'Acqua d'amore è il dono che la Madre dà ai propri figli perché possa riemergere la memoria delle loro origini: è Acqua d'aiuto fisico, psichico e spirituale. Lo studio delle frequenze di quest'Acqua apre alla ricerca scientifica una e mille porte che lasciano intravedere spazi di sapere, di saggezza e di verità incontaminati dalla mente dell'uomo; giungono a noi informazioni di luci e di suoni di monti apparentemente lontani, ma a noi collegati intimamente da leggi di analogie e di risonanze attraverso le quali microcosmo e macrocosmo si compenetrano e vivono, pulsano e vibrano nell'unico respiro che unifica il più piccolo degli atomi alla più radiosa delle stelle.
L'uomo si apre alla Cosmogonia e mette a punto una tecnica terapeutica semplice e naturale che consiste nel trovare in ogni cosa creata la frequenza distonica per riequilibrarla.

*********************************************************************************

Riportiamo un'intervista al dott. Masaru Emoto fatta da Lifegate.it:

"Hado, la più piccola unità di misura dell'energia, e la nascita del cristallo. Ci racconta?

Hado è una parola giapponese che significa "cresta dell'onda". Questo termine indica la vibrazione energetica estremamente sottile che è all'origine della creazione. Grazie all'incontro con il dottor Lorenzen e all'utilizzo della M.R.A. (Magnetic Resonance Analyzer), una macchina in grado di misurare l'intensità di Hado, ho potuto dimostrare che l'acqua può migliorare le condizioni fisiche delle persone. Successivamente la mia ricerca si è focalizzata sulle immagini dei cristalli di acqua ghiacciata. Il cristallo d'acqua è il segno che rende visibile l'influsso di questa sottile vibrazione, non visibile all'occhio umano, ma in grado di influenzare la materia. L'acqua ci ascolta, memorizza sul suo nastro magnetico le vibrazioni dei nostri pensieri e delle nostre emozioni e ci risponde nel linguaggio figurativo dei suoi cristalli. 
Questo dialogo con l'acqua consapevolizza e porta a galla l'immagine di ciò che siamo?

E' difficile accettare che l'uomo comune possa credere al concetto di dialogo con l'acqua, in realtà questo dialogo esiste. La Terra, chiamata anche il Pianeta d'Acqua, è coperta per il 70% della sua superficie di acqua, la stessa proporzione presente in un corpo umano. La neve, che cade sulla Terra da milioni di anni, contiene cristalli simili tra loro ma diversi uno dall'altro. Ogni cristallo porta in sé un'informazione. Più precisamente, la geometria del cristallo è l'informazione stessa che si cristallizza. L'acqua, attraverso la creazione e la contemplazione dei suoi cristalli, rende possibile un dialogo con l'uomo elevando la sua consapevolizzazione.



E' uscito il suo secondo libro Messaggi dall'Acqua Volume II. In questo lavoro lei ha attribuito particolare attenzione all'aspetto delle relazioni. Le immagini dei cristalli riflettono il risultato delle esperienze interpersonali all'interno di nuclei quali la famiglia, la scuola e i gruppi di preghiera.

Sì, in questo libro mi sono dedicato in modo particolare all'esperienza della preghiera e all'energia che la preghiera produce. L'esperienza della preghiera ha in sé le vibrazioni del sentimento e dell'emozione che accompagnano la parola. La risultante è una vibrazione sottile in grado di intervenire sulla materia modificandola. A questo proposito voglio ricordare l'incantesimo provocato dall'energia della preghiera sulle
sponde del lago Biwa, in Giappone. Il 25 luglio 1999, alle ore 4.30 del mattino, 350 persone si sono riunite di fronte al lago inquinato per offrire le proprie preghiere all'acqua. L'intenzione delle persone che pregavano insieme era sintonizzata su pensieri di armonia e gratitudine. Il risultato è stato sbalorditivo! L'acqua prelevata dal lago inquinato prima di essere sottoposta alla vibrazione della preghiera non ha prodotto alcun cristallo, mentre l'acqua prelevata dopo la preghiera è stata in grado di produrre bellissimi cristalli per oltre sei mesi, fino a gennaio del 2000. E' stata l'acqua stessa a guidare la mia ricerca verso questa direzione. L'intuizione, nel mio lavoro, è essenziale... mi capita di svegliarmi nel cuore della notte con l'intuizione di ciò che devo trasmettere. 
Il pianeta sta andando incontro ad un processo di deterioramento pressoché inevitabile. A questo proposito lei si è fatto promotore di un progetto che invita le persone ad inviare sentimenti di amore e gratitudine nei confronti dell'acqua che scorre in zone del mondo particolarmente a rischio. Questa sua proposta porta il nome di Progetto di Amore e Gratitudine all'Acqua...

Io sono convinto che è la coscienza di ognuno di noi che crea il nostro mondo. La vibrazione dell'amore e della gratitudine possono essere trasmesse, attraverso la nostra intenzione, ai corsi d'acqua che attraversano i paesi devastati dai conflitti e dalle guerre. Le faccio un esempio. Immaginiamo di inviare la nostra preghiera, il nostro pensiero d'amore al fiume Giordano sulle cui sponde vivono israeliani e palestinesi. L'acqua, informata da questa altissima vibrazione di luce, armonizzerà la terra e coloro che la berranno. Naturalmente sono molte le regioni nel mondo dove dimorano guerra e povertà, come India, Pakistan, Irak e alcuni stati africani. Attraverso questo gesto di preghiera all'acqua è come se operassimo una trasfusione al pianeta sostenendolo con la vibrazione più potente, quella dell'amore."


  Valentina  Meloni 

font : ciclo dell'acqua